Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DAGRI Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari Ambientali e Forestali

DO.NA.TO

ACRONIMO PROGETTO: DO.NA.TO

 

Abstract sintetico degli obiettivi del progetto

 

Il progetto Do.Na:To. è nato per portare a conoscenza delle Aziende toscane produttrici di legname di Douglasia  la possibilità di ottenere la rinnovazione naturale, in sostituzione o in maniera complementare ai sistemi tradizionali di reimpianto post taglio di maturità. Si tratta di un progetto innovativo per il nostro Paese che, oltre a venire incontro alle difficoltà economiche conseguenti agli elevati costi da sostenere nella selvicoltura di impianto, ha principalmente le seguenti valenze:

- ambientale per l’incremento del livello di biodiversità e per il risparmio energetico conseguente all’impianto e alle cure colturali della selvicoltura di impianto;

- paesaggistica, e di accettazione sociale della gestione forestale produttiva per il fatto che il ricorso alla rinnovazione naturale mitiga alcune “negatività” che l’opinione pubblica percepisce nelle tagliate a raso su vaste superfici;

- genetica in quanto con la rinnovazione naturale si tramanderanno alla discendenza i caratteri genetici di piante che si sono ben adattate agli ambienti toscani, che hanno manifestato una buona resilienza alle fitopatie, che hanno dato risultati produttivi apprezzabili e con buone caratteristiche tecnologiche;

Sintesi dei risultati ottenuti dal progetto

La rinnovazione naturale della douglasia in Toscana è una realtà ed è stata portata a conoscenza degli operatori del settore, dei tecnici, degli amministratori pubblici e privati grazie al Progetto Do.Na.To. Le attività svolte nell’ambito del progetto Do.Na.To. hanno consentito di far conoscere i differenti metodi per ottenere la rinnovazione naturale. Questo progetto ha rappresentato inoltre un’ottima occasione per divulgare i risultati delle ricerche sulla produttività della douglasia fino a età che vanno molto oltre i turni minimi stabiliti dalla normativa regionale della Toscana e da quelli consuetudinari oggi adottati.  Le esperienze condotte oltralpe, dove per quanto riguarda la selvicoltura della douglasia esistono tutte le forme di trattamento che portano sia al bosco coetaneo con rinnovazione naturale o artificiale, sia al bosco disetaneo per gruppi, rappresentano un’ottima opportunità per l’Italia, in generale, e per la Toscana in particolare. Le indagini condotte su circa 1600 ha di douglasia gestiti dai partner DoNaTo hanno consentito di effettuare una proiezione sul flusso di legname che nei prossimi 20 anni affluirà sul mercato. Si tratta di valori importanti che consentono di organizzare una filiera tesa alla valorizzazione del prodotto legnoso nella consapevolezza delle caratteristiche degli assortimenti ritraibili e delle potenzialità di impiego del legname.

 
ultimo aggiornamento: 20-Feb-2019
Unifi Home Page

Inizio pagina