Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DAGRI Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari Ambientali e Forestali

Analisi degli impatti nel breve periodo

Il WP3 sarà interamente rivolto alle prove sperimentali finalizzate all’analisi degli impatti nel breve periodo. Si analizzeranno gli effetti sul suolo in condizioni di impatto “minimo” (cioè in condizioni controllate, con personale formato e con pianificazione delle operazioni) e di impatto “realistico” (ciò che in genere accade nei normali lavori di utilizzazione operati da ditte private). Le indagini sugli impatti sul suolo nel breve periodo, inoltre, saranno svolte sia con metodi tradizionali che con metodologie innovative, cioè sviluppando modelli 3D della superficie del suolo.

La metodologia d’indagine prevede, su tre aree sperimentali riconducibili alla prima classe di pendenza (0-20%) delle provincie di Pisa, Grosseto e Firenze (Riserva di Vallombrosa, Comprensorio Forestale di Rincine, litorale Tirrenico), l’individuazione di due tracciati dalle caratteristiche omogenee per ogni area, uno per il forwarder e uno per lo skidder. La scelta di queste macroaree forestali è legata alla disponibilità di avere in queste zone macchinari forestali attivi nelle operazioni di esbosco e reali possibilità di esecuzione delle prove.

 


Entrambi i percorsi dovranno prevedere diverse pendenze (salita +20%, discesa -20% e pianeggiante) e dovranno essere replicati per due diverse percentuali di umidità del terreno e, possibilmente, per due classi di tessitura diverse. In ogni percorso 9 plot rettangolari (lunghezza 3 m, larghezza 6 m), saranno individuati e suddivisi in ugual misura per i tre gradi di pendenza. I veicoli forestali carichi si muoveranno in linea retta all’interno dei plot nella stessa direzione per un totale di 20 passaggi.

 

Le analisi effettuate sul suolo saranno le seguenti:

  • analisi dei tassi di erosione del suolo e analisi fisiche del suolo (densità apparente, umidità, capacità di campo, porosità);
  • confronto, valutazione e validazione di metodi tradizionali e modelli 3D derivati da fotogrammetria, laser scanner portatile e drone per determinare le dimensioni dei solchi (profondità, avvallamenti e volumi di terreno “smosso”) causati da macchinari forestali.
 
ultimo aggiornamento: 24-Lug-2019
Unifi Home Page DAGRI

Inizio pagina